All’esperta mano del Direttore-Chef Nino Mosca la famiglia D’Anna, proprietaria de “Il Bottaccio”, ha affidato il timone della raffinata e complessa macchina di questo Relais che è una delle meraviglie della Toscana. La fiducia è stata ricambiata da 30 intensi anni di dedizione e passione nella costruzione di quella che è oggi la cucina del Bottaccio, una delle meraviglie della Toscana.

In Nino Mosca si riconosce il prezioso dono dell’equilibrio che gli permette di fondere una luminosa creatività e un’audacia sovversiva, con le più profonde radici della tradizione italiana. Il Bottaccio riconosce accanto al cibo fisico, materiale, l’esistenza di un cibo “sottile”, un plancton invisibile fatto di percezioni, sensazioni, emozioni generato senza limite dal suo ambiente.

E’ così che la bellezza, il ritmo, la poesia conferiscono alla cucina del Bottaccio quelle qualità uniche che segnano il passaggio da professione ad Arte.