Uno spazio maestoso e austero si schiude aprendo il portoncino della Presidential Suite, l’animo ritorna alle atmosfere semplici e lontane di una chiesina romanica campestre. Il volo dello sguardo è richiamato verso il basso dalla spirale morbida e sinuosa dell’artista del ferro battuto Simone Scapini, che invita gentilmente gli ospiti a cedere alla curiosità di scoprire lo spazio polivalente del soppalco, i cui travi a vista sono attori di un palcoscenico inaspettato.

L’arredamento moderno e antico insieme, valorizza la buccia di marmo fossile delle cave ‘Erfoud’ sovrastante la verde vasca che rivela e nasconde i fossili marini.

Uscendo sull’ampio terrazzo si svela il bosco e la cascata della Villa, incorniciate dagli esili ulivi toscani.